PA Magazine

Contratto statali, ai super funzionari della quarta area 60.000 euro l’anno

3 minuti di lettura
iStock

Fino a 60.000 euro lordi l’anno, ossia 2.900 euro netti al mese. Ecco quanto dovrebbero arrivare a valere gli stipendi della quarta area, quella che accoglierà nella Pubblica amministrazione le alte professionalità. I numeri sono atterrati sul tavolo della trattativa per il rinnovo del contratto delle Funzioni centrali e sono ora al vaglio dei sindacati.

La platea

Non è stato definito con esattezza il numero dei professionisti che accederanno alla nuova area. Dipenderà dalle risorse che avranno le singole amministrazioni. Il costo del personale della quarta area, infatti, è a carico delle facoltà assunzionali delle singole amministrazioni. Potranno accedere alle alte professionalità sia gli esterni, tramite concorso pubblico, sia i funzionari già in servizio nelle Pa, con il meccanismo dell’assessment previsto dal decreto sul reclutamento, e a patto chiaramente che siano in possesso dei requisiti richiesti. È stato il presidente dell’Aran, Antonio Naddeo, a illustrare ai sindacati, nel corso della trattativa per il rinnovo del contratto delle Funzioni centrali, le retribuzioni previste per le alte professionalità.

La trattativa 

Più nel dettaglio, la retribuzione di base dovrebbe essere pari a 35 mila euro, ma bisognerà aggiungere indennità di posizione e di risultato. Sommando le varie componenti si dovrebbe arrivare, secondo le prime simulazioni, fino a 60.000 euro lordi l’anno in media. La buona notizia è che per le retribuzioni della quarta area non verranno intaccate le risorse dedicate agli aumenti per i nuovi contratti, i famosi incrementi da 104 euro lordi mensili promessi dal governo. 

Le 4 famiglie

Il nuovo ordinamento professionale per i pubblici dipendenti prevede la creazione di quattro “famiglie” di statali: quella delle alte professionalità, quella dei funzionari, quella degli assistenti e infine quella degli operatori. All’interno di questi contenitori si avrà diritto a sei “scatti” di stipendio ogni 3 anni (a parte gli operatori che avranno solo tre scatti). Le nuove progressioni orizzontali saranno legate alla valutazione e all’esperienza maturata. Rispetto alle stime precedenti, l’Aran ha rivisto il valore delle progressioni orizzontali, all’interno delle quali è stata inglobata anche una quota dell’indennità di amministrazione. Per i funzionari gli scatti saranno di 1.697 euro lordi annui; per gli assistenti di 952 euro lordi annui e per gli assistenti di 461 euro lordi annui.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da