PA Magazine

Pioggia di concorsi pubblici a settembre, oltre 14.000 posti nella Pa

4 minuti di lettura
7

L’estate e il caldo non frenano le operazioni di reclutamento nella Pa. Il 22 agosto sono stati pubblicati due bandi di concorso per assumere 170 infermieri e medici Inail. Le risorse selezionate saranno assunte con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, per un periodo di 3 anni. Ma in palio ci sono anche contratti a tempo indeterminato: è il caso dei due concorsi pubblici per diplomati e laureati indetti dalla Regione Lazio al fine di coprire 544 posti di lavoro nei centri per l’impiego, il cui potenziamento è previsto dal Pnrr. Per le candidature c’è tempo fino al 30 settembre. Più in generale, nel biennio 2022-2023 sono attese oltre 14mila assunzioni in enti e ministeri.

I concorsi

E ancora. Scaduto il 22 agosto il termine per trasmettere le domande di ammissione al concorso per funzionari amministrativi e informatici da destinare agli uffici centrali e periferici della giustizia amministrativa. I posti da coprire sono in totale 23 e i contratti saranno a tempo indeterminato. Cercasi inoltre 94 unità di personale amministrativo per rinforzare gli uffici centrali e territoriali della Corte dei conti e dell’Avvocatura dello Stato. La domanda di ammissione al concorso dovrà essere presentata entro il 20 settembre, esclusivamente per via telematica, registrandosi al portale concorsi della Corte dei conti. 

Ministeri

Il Dpcm del 22 luglio 2022 ha autorizzato poi ministeri ed enti a procedere nel prossimo biennio alle assunzioni tramite bando per la copertura di 14.170 posti di lavoro. Qualche numero. Andranno occupati 1.401 posti al ministero della Giustizia (331 unità nel Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, 102 unità nel Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità, 958 unità nel Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del personale e dei servizi). Attese 589 assunzioni alla Farnesina. Altre 1.424 al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile. I posti disponibili al ministero dell’Economia e delle finanze sono invece in tutto 643.

La situazione

Non è un mistero che la più grande azienda dello Stato, la Pubblica amministrazione, lavori da anni sotto organico. La maggior parte delle pa devono fare i conti con carenze di personale che oscillano tra il 20 e il 40%. Qualche esempio? Al ministero del Lavoro risultano in servizio 756 dipendenti, ma dovrebbero essere 1.197. Lo Sviluppo economico conta 1.786 unità di personale, contro le 2.672 del 2015. Il nuovo Piano per l’organizzazione del lavoro del ministero della Giustizia non gira intorno al problema: «L’attuale dotazione organica dell’amministrazione giudiziaria risulta appena sufficiente, se non proprio inadeguata, per poter assicurare i rilevanti compiti istituzionali e i servizi all’utenza che alla stessa fanno carico». L’obiettivo, come sottolineato più volte dal ministro Brunetta, è di portare i dipendenti pubblici a quota 4 milioni entro il 2028. Sempre meno di quelli di Francia e Germania, due Paesi con in pancia rispettivamente 5,7 e 5 milioni di statali, ma sufficienti a coprire la voragine che si è venuta a creare nella Pa.

7 Comments

  1. Mq e difficile , anche se mandi la candidatura non sarà mai accettata soprattutto per me che sono una donna già di 46 anni

    • Buongiorno Daniela,
      Si tratta di concorsi, non ci sono candidature che vanno accettate ma si sostengono delle prove che, se superate, permettono di accedere a una graduatoria per l’assunzione. L’età non conta, può partecipare anche a 46 anni senza problemi 🙂
      In bocca al lupo!

  2. Buongiorno sono Silvia Ciceri e volevo notizie sul concorso agenzia delle entrate per laureati in giurisprudenza.
    Qualcuno ha notizie?
    Grazie per l’informazione Silvia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da