PA Magazine

Pa, tirocini retribuiti di sei mesi per gli studenti under 28

4 minuti di lettura
iStock

Tirocini retribuiti di sei mesi per studenti under 28 prossimi alla laurea magistrale. La Pubblica amministrazione apre le porte ai giovani alle prese con la tesi. E lo fa con «Tirocinio InPa», un programma congegnato con finalità formative e di orientamento professionale, attraverso attività che si svolgeranno prevalentemente in presenza e che prevedono, appunto, il riconoscimento di un’indennità di partecipazione.

Le risorse

Al progetto, finanziata dal governo con 400 mila euro, vedrà coinvolte 5 amministrazioni e 5 regioni, possono partecipare al gli studenti con età inferiore a ventotto anni, iscritti a corsi di laurea magistrale con media voto non inferiore a 28/30 e in possesso del  30%  dei  crediti  formativi universitari previsti dal ciclo di studi o iscritti a corsi di laurea magistrale a ciclo unico con media voto non inferiore a  28/30 e in possesso del 70% dei  crediti  formativi  universitari  previsti dal percorso di  studi.  Non sono considerati nel computo i  crediti previsti per il tirocinio curricolare. L’iniziativa prevedere che saranno le università a stabilire l’importo dell’indennità di partecipazione e le modalità di selezione dei progetti, valorizzando la pluralità delle aree scientifico-disciplinari,  e  le  modalità di  selezione  dei tirocinanti attraverso il portale del reclutamento  del  Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio  dei  ministri http://www.inpa.gov.it. L’esito positivo del  tirocinio  presso  l’amministrazione,  concertificazione delle competenze acquisite, comporta il riconoscimento dei crediti formativi ad esso connessi e può costituire  oggetto  di valutazione   nell’ambito   di   concorsi   indetti   dalla    stessa amministrazione.

Dottorati

Le iniziative collegate all’università non finiscono qui. Il governo si prepara a lanciare anche «Dottorato  InPA», un progetto, finanziato con 600 mila euro, che prevede l’attivazione di contratti di apprendistato  di  alta  formazione  e  ricerca  finalizzati al conseguimento del dottorato di ricerca. Possono accedere al programma i  cittadini  italiani  o  di  uno degli Stati  dell’Ue europea  o  stranieri  regolarmente soggiornanti in Italia, fino all’età di ventinove anni, in  possesso di laurea magistrale o titolo equipollente, con voto  di  laurea  non inferiore  a  105/110,  iscritti  al  portale  del  reclutamento  del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza  del  Consiglio dei ministri http://www.inpa.gov.it. L’ammissione al  programma  e  la stipula del contratto di apprendistato sono in ogni caso  subordinate al superamento delle  prove  di  ammissione  al  corso  di  dottorato dell’ateneo partner. Protocolli tra amministrazioni e università stabiliscono  la  durata e le  modalità,  anche temporali, della formazione a  carico  delle  amministrazioni  e,  se applicabile, il numero dei crediti formativi riconoscibili a ciascuno studente per la formazione a carico del datore di lavoro  in  ragione del numero di ore di formazione svolte presso l’ente. Il contratto prevede una retribuzione pari a 30 mila euro lordi annui per la durata del dottorato. Il  periodo di  apprendistato concluso con esito favorevole può costituire oggetto di  valutazione nell’ambito di concorsi indetti dalla stessa amministrazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da