PA Magazine

Nuovo concorso Sud al via. Test e punteggi: ecco le novità

6 minuti di lettura
iStock

Nuovo concorso sud, edizione 2022, per l’assunzione di 2.200 funzionari tecnici che guadagneranno circa 1.500 euro al mese: dopo mesi di silenzio, è uscito il calendario delle prove scritte. Che si terranno in varie città d’Italia il 30 e 31 marzo 2022. Il nuovo bando “Coesione sud” era uscito a ottobre 2021, dopo il flop del concorsone sud (che doveva assumere 2.800 funzionari e ne aveva ‘prodotti’ meno di 800), con l’obiettivo di reclutare 2.022 funzionari tecnici a supporto delle Regioni del Sud nello spendere (bene) le risorse europee del piano di coesione. Funzionari tecnici non proprio pagati profumatamente e anche a tempo determinato (e da qui alcuni dei problemi che hanno portato al flop del primo concorso sud): i posti in palio sono infatti per unità di personale non dirigenziale di Area III – F1 o categorie equiparate (circa 1.500 euro al mese) con contratti a tempo di massimo 3 anni. Se anche questo concorso sarà un mezzo flop ce lo dirà il tempo, intanto vediamo dove e come si svolgeranno le prove scritte e cosa studiare per prepararsi. 

I posti in palio

Il concorso riguarda tre profili professionali. Nel dettaglio, si cercano: 1270 funzionari esperti tecnici (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione (ad esempio mobilità, edilizia pubblica, rigenerazione urbana ed efficientamento energetico); 733 funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo; 19 funzionari esperti analisti informatici (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni.

Quando e dove

Coloro che ambiscono a diventare uno dei 2.022 funzionari tecnici riceveranno in questi giorni una mail di convocazione in una delle sedi di esame. Il concorso si svolgerà in due orari per ogni giornata: alle 8.30 il primo turno e alle 14.30 il secondo turno. Nella giornata del 30 marzo si svolgerà, in doppio turno, la prova per tutti coloro che si sono candidati per il profilo di funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE). Il giorno dopo, 31 marzo, alle 8.30 ci sarà la prova per i candidati al profilo di funzionari esperti tecnici (FT/COE), e alle 14.30 quella per i candidati al profilo di funzionari esperti analisti informatici (FI/COE). Le sedi delle prove (a ogni candidato ne verrà indicata una e solo in quella si potrà svolgere la prova) sono: Nuova Fiera di Roma; Mostra d’Oltremare a Napoli; Palaflorio e Via Fratelli De Filippo, 22 a Bari; Via Santa Chiara e Palazzetto dello Sport a Rende (CS); Palaghiaccio di Catania; Centro Commerciale Fiera del Sud a Siracusa; Promocamera di Sassari. L’avviso, pubblicato da Formez, specifica che la mancata presentazione nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova d’esame sarà considerata rinuncia e determinerà l’esclusione dalla procedura.

Come prepararsi

Il concorso prevede una sola prova scritta di 40 quiz da svolgere in 60 minuti, e la valutazione dei titoli. Alla prova scritta si passa con un punteggio di minimo 21/30. Vediamo insieme quali materie studiare per prepararsi. Per tutti i partecipanti al concorso ci saranno quiz di inglese e di informatica. Ci saranno poi risposte a crocette specifiche per ciascuna categoria. In particolare: coloro che concorrono per un posto da funzionario esperto tecnico (codice FT/COE) dovranno rispondere a domande su scienza e tecnica delle costruzioni; legislazione nazionale in materia di edilizia e urbanistica; diritto amministrativo, con particolare riferimento al codice dei contratti pubblici; norme in materia ambientale. Chi punta a diventare unzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (codice FG/COE) deve invece prepararsi su: normativa nazionale e comunitaria in materia di fondi strutturali, con particolare riferimento alle attività di rendicontazione, monitoraggio e controllo dei progetti cofinanziati; diritto amministrativo, con particolare riferimento a procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici. Infine, chi concorre per i 19 posti da funzionario esperto analista informatico (codice FI/COE) si deve preparare su codice dell’amministrazione digitale, conoscenza e capacità di utilizzo dei principali applicativi informatici e software in uso, elementi di informatica, elementi di statistica inferenziale e tecniche di campionamento. 

Il punteggio

Come detto, passa la prova scritta chi otterrà un punteggio di almeno 21/30. A questo punteggio si sommerà poi il punteggio dati dalla valutazione dei titoli. Per quanto riguarda la prova scritta, ovvero il quiz a crocette, il punteggio verrà calcolato in questo modo: +0,75 punti per ogni risposta esatta, 0 punti per risposta non data, -0,2 punti per ogni risposta sbagliata. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da