PA Magazine

Niente scatti di anzianità per gli statali no-pass

2 minuti di lettura
2
Il ministro della Pa Renato Brunetta

Non solo non avranno diritto allo stipendio: le assenze ingiustificate per mancata esibizione del green pass costeranno ai dipendenti pubblici la perdita dei compensi di carattere accessorio o indennitario. Insomma, impatteranno anche su anzianità di servizio, scatti economici, avanzamenti. La Conferenza unificata ha dato parere favorevole al decreto del ministro della Pa sulle modalità organizzative per il rientro in presenza di tutti i lavoratori pubblici e alle linee guida Funzione pubblica-Salute sui meccanismi di controllo e verifica del green pass nelle amministrazioni.

Trattamento economico

Le linee guida appena approvate stabiliscono che «in relazione alle giornate di assenza ingiustificata, al lavoratore non è dovuto alcun compenso né di carattere fisso e continuativo, né di carattere accessorio o indennitario». Tradotto, le giornate di assenza ingiustificate sono considerate servizio non utile a tutti gli effetti: previdenziale, di anzianità di servizio o per la maturazione di classi o scatti economici o per l’avanzamento di carriera.

I controlli

I controlli verranno effettuati all’ingresso delle sedi di lavoro. All’inizio, soprattutto nelle amministrazioni con più personale, saranno a campione: in questo modo verranno evitati assembramenti ai tornelli. Le linee guida specificano che nel caso dei controlli a campione andrà comunque sottoposto a verifica almeno il 20 per cento dei dipendenti. Potrà essere utilizzata anche nella Pa l’app VerificaC19.

Il ministro

«Con il via libera di Regioni, Province e Comuni al decreto e alle linee guida superiamo un’altra tappa importante per assicurare all’Italia una Pubblica amministrazione efficiente, pienamente operativa, capace di sostenere al massimo cittadini e imprese durante questa straordinaria fase di ripresa», ha detto il ministro Renato Brunetta. Dal 15 ottobre tutti i dipendenti pubblici ritorneranno a lavorare in presenza, in attesa dei rinnovi contrattuali e dell’adozione dei Piani integrati di attività e organizzazione, i Piao, con i quali le amministrazioni potranno garantire uno smart working strutturato.

2 Comments

  1. Gli scatti di anzianità sono quasi trent’anni che non esistono più. Qualcuno lo dica al ministro. Esiste attualmente solo nei contratto dei docenti. Veramente se questo ė il livello siamo messi bene.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da