PA Magazine

Concorso Sud, nuovo flop: restano scoperti 1300 posti

5 minuti di lettura
3
iStock

Concorso Coesione 2022, un altro flop. Dopo la disfatta del Concorsone sud, che puntava a reclutare 2.800 funzionari per l’attuazione del Pnrr nelle regioni merdionali d’Italia e ne ha assunti a termine solo 800, anche la riedizione 2022 del concorso Coesione è destinata ad essere un fallimento. Basti pensare che i posti a bando sono 2.022 e dopo la prova scritta gli idonei sono appena 728. Con una classe di concorso, quella per funzionari esperti tecnici, dove a superare la prova è stato meno del 10% dei posti banditi. A questo punto è lecito chiedersi: ci sarà un concorso Coesione tre? 

Di che parliamo

Il nuovo bando “Coesione sud” era uscito a ottobre 2021, dopo il flop del concorsone sud, con l’obiettivo di reclutare 2.022 funzionari tecnici a supporto delle Regioni del Sud nello spendere (bene) le risorse europee del piano di coesione. Funzionari tecnici non proprio pagati profumatamente e anche a tempo determinato (e da qui alcuni dei problemi che hanno portato al flop del primo concorso sud,e anche di questo secondo): i posti in palio sono infatti per unità di personale non dirigenziale di Area III – F1 o categorie equiparate (circa 1.500 euro al mese) con contratti a tempo di massimo 3 anni. Il concorso riguarda tre profili professionali. Nel dettaglio, si cercano: 1270 funzionari esperti tecnici (Codice FT/COE) con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione (ad esempio mobilità, edilizia pubblica, rigenerazione urbana ed efficientamento energetico); 733 funzionari esperti in gestione, rendicontazione e controllo (Codice FG/COE) con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo; 19 funzionari esperti analisti informatici (Codice FI/COE) con competenza in materia di analisi dei sistemi esistenti e definizione di elementi di progettazione di dati logici per i sistemi richiesti dai fabbisogni di digitalizzazione delle amministrazioni.

Gli idonei

La (unica) prova scritta, un quiz a crocette di 40 domande da svolgere in 60 minuti, si è svolta – in varie sedi sparse in Italia – il 30 e 31 marzo scorsi. Già alle prove – dato la posizione lavorativa non proprio allettante – si è presentato meno della metà degli iscritti. Dopo lo scoglio dei quiz, poi, la debacle è evidente. Per il profilo FT/COE (tecnici), quello che offriva più posti di lavoro (1.270) gli idonei sono appena 125. Per il profilo FG/COE (gestione e rendicontazione) gli idonei sono circa 550 su 733 posti disponibili. Per il profilo FI/COE sono invece 52 gli idonei su 19 posti a disposizione. Gli aspiranti esperti analisti informatici che sono risultati ideonei allo scritto, quindi, saranno gli unici che dovranno contendersi i 19 posti in palio grazie ai propri titoli.

Il flop sui social

Sui forum e i gruppi Facebook dei candidati al concorso è, in queste ore, un tam tam di messaggi su quello che più di uno definisce un altro flop del concorsone sud. E qualcuno si lancia anche nella spiegazione del perché si sia di fronte a un altro concorso in cui i vincitori sono meno dei posti banditi. “L’unico tempo determinato andato decentemente – spiega un utente – è ufficio del processo solamente perché la gente spera nella stabilizzazione visto che si vuole mantenere la struttura anche dopo, per il resto dei concorsi la gente sa che è impossibile qualunque tipo di stabilizzazione ed evita”. “Ufficio per il processo – ribatte un’altra – è andato decentemente solo perchè hanno letteralmente indicato dieci giorni prima i testi di legge oggetto delle domande. Io ho partecipato ad entrambi e ti posso assicurare che il tenore delle domande è stato decisamente diverso, qui molto più difficili e specifiche”. 

3 Comments

  1. Le domande non erano semplici, il vero problema è stato che hanno lasciato il concorso in sospeso per 4 mesi tutto a discapito dello studio, poi hanno avvisato che in 13 giorni si sarebbero svolte le prove scritte, penso proprio che si voleva assumere realmente 2022 persone avrebbero dovuto avvisare almeno 30 giorni prima.

  2. Buongiorno. Ho letto il vostro articolo sul flop del concorso per i tecnici coesione ue da destinare ai comuni del sud Italia. Io sono un candidato. Si prospettano ricorsi al Tar (io stesso lo sto per presentare) dovuti a una domanda in cui è stata considerata corretta la risposta errata, che conteneva un comma soppresso. Se vi può interessare approfondire la questione, sono a disposizione.

    • Penso che oramai a giorni uscita la graduatoria quindi se non hanno corretto in autotutela non vale la pena neache fare il ricorso sarà inutile e dispendioso

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da