PA Magazine

Concorsi, nei ministeri bandi per 6.500 posti

3 minuti di lettura
iStock

Il ministero della Giustizia si appresta a bandire concorsi per 2.485 assistenti e 30 dirigenti. Il ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste recluterà invece quest’anno 428 funzionari e 59 assistenti. Il Tesoro di Giancarlo Giorgetti cerca 280 unità di personale da inserire nell’area assistenti. Al ministero della Salute mancano 20 funzionari. Nel complesso sono in arrivo nei principali dicasteri e nei grandi enti pubblici 6.500 assunzioni a tempo indeterminato. La nuova ondata di reclutamenti è prevista da un decreto della presidenza del Consiglio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 20 gennaio.

Le opportunità

La metà dei 6.500 posti a tempo indeterminato da ricoprire nei ministeri e negli enti pubblici verrà assegnata per concorso. Il resto attraverso lo scorrimento delle graduatorie e la progressione fra aree. Come detto, il ministero della Giustizia di Carlo Nordio è tra quelli che assumeranno più unità di personale quest’anno, quasi 2.500. In pratica oltre un terzo dei nuovi posti per dirigenti e funzionari sarà messo a bando da via Arenula. Ma ci sono opportunità anche al ministero dell’Economia, al ministero dell’Agricoltura, al ministero della Salute, all’Inail e all’Enac. All’Inail le assunzioni autorizzate dal Dpcm sono in tutto 97 (17 medici e 80 funzionari). L’Enac, l’ente nazionale per l’aviazione civile, quest’anno assumerà 6 professionisti, 19 funzionari e 2 ispettori di volo per il traffico aereo. Infine, sono previste assunzioni da parte dell’amministrazione penitenziaria e del dipartimento della Protezione civile di Palazzo Chigi.

Turn over

Quest’anno nella Pubblica amministrazione le assunzioni saranno più di 170 mila. Lo ha annunciato il ministro della Funzione pubblica, Paolo Zangrillo. Già a gennaio vari dicasteri avevano bandito concorsi per oltre mille posti, sempre a tempo indeterminato. Il termine entro cui presentare la domanda di partecipazione scadeva alla fine del mese scorso. C’è ancora qualche giorno di tempo, invece, per iscriversi ai concorsi della Camera dei Deputati per 125 posti, di cui cento da assistente parlamentare e 25 da consigliere. Parliamo di alcuni dei posti meglio pagati della Pa se si considera che lo stipendio di un assistente può arrivare a superare la soglia dei 100mila euro lordi, mentre quello di un consigliere può addirittura raggiungere quota 240mila euro annui lordi. Le prove da superare per diventare consigliere sono sei in tutto, di cui quattro scritte.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da