PA Magazine

Concorsi per 3.000 posti nei ministeri e a Palazzo Chigi

6 minuti di lettura
4
iStock

Il 2022 parte con tre concorsi per 3mila posti di lavoro presso la Presidenza del Consiglio dei ministri e diversi ministeri. I bandi sono tutti aperti e scadono alle 14 del 7 febbraio prossimo. Per candidarsi basta accedere con Spid al portale “Step-One 2019” e inserire la domanda telematica. Per farlo sarà necessario possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) personale. Per ogni sezione bandita, il 30% sarà riservato ai volontari delle Forze armate, con i requisiti del bando, che siano in ferma breve, ferma prefissata, in servizio permanente, nonché agli Ufficiali di complemento in ferma biennale e quelli in ferma prefissata.

AAA cercasi diplomati e laureati

I bandi aperti al momento sono tre e scadono tutti il 7 febbraio. Tutti, allo stesso modo, puntano ad assunzioni a tempo indeterminato nel corso di quest’anno. Il bando più “sostanzioso”, prevede l’assunzione, di 2.293 dipendenti di area seconda, posizione economica F2/Categoria B, parametro retributivo F3 da inquadrare nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero dell’economia e delle finanze, del Ministero dell’interno, del Ministero della cultura e dell’Avvocatura dello Stato. Ed è aperto anche ai diplomati. Gli altri due bandi sono invece aperti solo ai laureati, senza specifica di materia, e prevedono: uno l’assunzione di 225 unità di personale non dirigenziale di area terza, a tempo pieno ed indeterminato, da inquadrare nei ruoli del Ministero dello sviluppo economico; l’altro, l’assunzione di 296 unità di personale non dirigenziale di terza area, sempre a tempo indeterminato, per il Ministero dell’Economia. Sempre al ministero dell’Economia verranno assunti quest’anno, con concorso che scade il prossimo 4 febbraio, venti dirigenti di seconda fascia, in prova, a tempo indeterminato, da destinare a funzioni ispettive in materia di finanza pubblica.

Le prove

Tutti e tre i bandi prevedono concorsi con iter “semplificato”, ovvero secondo le novità introdotte dal Governo nel corso del 2020. Ci sarà dunque una prima prova selettiva a crocette (40 quiz in 60 minuti per un punteggio massimo di 30 punti) per ogni codice di concorso, che si supererà riportando un voto minimo di 21/30. Dopo di che si passerà alla valutazione dei titoli dei candidati risultati idonei. La commissione esaminatrice, per ciascuno dei codici di concorso redigerà quindi la graduatoria finale di merito, sommando i punteggi conseguiti nella prova scritta a quelli ottenuti dalla valutazione dei titoli.

Palazzo Chigi, ministeri, avvocatura

Per il concorso per l’assunzione di 2.293 dipendenti a palazzo Chigi e nei ministeri sono tre i profili ricercati: Profilo operatore amministrativo/assistente amministrativo/assistente amministrativo gestionale per cui si assumeranno 1.250 dipendenti (di cui 100 al Mef, 756 al Viminale, 334 al Ministero della cultura, 60 all’Avvocatura dello Stato); Profilo assistente di settore scientifico tecnologico/operatore amministrativo informatico/assistente informatico, per cui si cercano 464 unità di personale (di cui 20 alla Presidenza del Consiglio dei ministri; 56 al Mef; 268 all’Interno; 100 al Ministero della cultura; 20 all’Avvocatura dello Stato. Infine si cercano 579 unità di personale con profilo assistente amministrativo contabile/operatore amministrativo contabile/assistente economico-finanziario (di cui 80 a palazzo Chigi; 274 al Mef; 205 da assegnare al Ministero dell’interno; 20 da assegnare all’Avvocatura dello Stato). Come detto, per concorrere basta avere un diploma di scuola superiore.

Mise: 225 ruoli tecnici

Al Ministero dello Sviluppo economico il bando – aperto solo ai laureati – riguarda quattro aree (che corrispondono ad altrettanti codici di concorso), tutte riservate a laureati: Profilo funzionario tecnico delle telecomunicazioni, per cui si cercando 120 dipendenti, in possesso di competenze in materia di elettronica e di sistemi di telecomunicazione (delle quali sessanta da destinare prioritariamente agli uffici periferici del Mise); Profilo funzionario informatico, per cui si cercano 45 in possesso di competenze in informatica e in sicurezza informatica; Profilo funzionario tecnico, per cui si cercano 50 esperti in materie inerenti all’automazione, all’ingegneria civile ed edile e all’ingegneria elettrica ed elettronica nonché alle discipline fisiche, chimiche e biologiche; Profilo funzionario statistico, per cui si cercano 10 dipendenti in possesso competenze in materia di scienze statistiche e scienze statistiche attuariali e finanziarie e matematica applicata.

Mef: dai contabili agli amministrativi

Il bando per il ministero dell’Economia prevedeva in un primo momento il reclutamento di 300 dipendenti, poi ridotto a 296. Il Mef cerca in particolare personale – anche qui solo laureato – in tre ambiti: 198 collaboratori amministrativo-contabile da destinare alle Ragionerie territoriali dello Stato, in varie sedi; 58 collaboratori tributari da destinare agli uffici di segreteria delle Commissioni Tributarie sparse nello stivale; 40 collaboratori amministrativi da destinare al Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi, con sede a Roma.

4 Comments

  1. Sono un giovane di 21 anni, diplomato in costruzione ambiente e territorio con votazione di 88/100 .
    Sono in cerca d’impiego

  2. Ciao sono Manuel lofari ho 25 anni diplomato in ragioneria informatica con voto 65/100. Sono in cerca d’impiego

  3. Salve mi chiamo Maurizio ho 57anni e sono un RLS un SRU a settembre faccio il corso ASPP con tutti gli attestati del primo soccorso aspetto una risposta distinti saluti Maurizio Vavala’

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da