PA Magazine

Caro Pasqua, quest’anno le famiglie spendono un miliardo in più. Ecco tutti gli aumenti

3 minuti di lettura
iStock

L’inflazione si è assestata allo 0,8% nell’ultimo mese, ma sulle feste pasquali pesa ancora l’aumento dei prezzi, avvertono le associazioni dei consumatori. Rincarano prodotti enogastronomici, biglietti di treni e aerei, hotel e musei. Di quanto? La Pasqua, fa i calcoli per esempio Assoutenti, quest’anno costerà agli italiani circa un miliardo in più rispetto al 2023. Fanno, in media, 36 euro in più a famiglia.



Il carrello

In continuità con l’aumento dei prezzi sulla spesa alimentare (si registra una crescita del 4% annuo), i prodotti più spesso presenti sulle tavole dei pranzi pasquali, quali salumi e carne ovina e caprina, salgono del 3,8%. Picchi significativi per l’olio d’oliva (+46,2%), la frutta fresca e le patate (rispettivamente +11,1% e +14,9%).

Anche i dolci tipici delle feste sono più “salati”. Rispetto al 2023 le uova di cioccolato costano il 7,4% in più, una percentuale che corrisponde a un aumento di 3,60 euro al chilo. Per le colombe il prezzo maggiorato sembra minimo: da 1 a 18 centesimi al chilo. Bisogna tuttavia tener conto che il range dei costi è molto ampio: a parità di peso, infatti, le colombe più care si pagano circa 7 volte quelle più economiche.

Pranzi fuori e viaggi

Andare al ristorante durante le festività di Pasqua non è sicuramente sinonimo di risparmio. Anche in questo caso si segnala un rialzo dei prezzi, rispetto al 2023, del 3,9% circa. La spesa prevista per il pranzo di Pasqua al ristorante, quest’anno, è di 430 milioni. E non è conveniente di questi tempi nemmeno partire in viaggio. Proprio in questo settore l’aumento dei prezzi è massimo. Se, infatti, anche per i musei il rincaro è “solo” del 3,9%, lo stesso non si può dire per i costi dei mezzi di trasporto e quelli delle strutture ricettive.

Nell’ultimo mese, le tariffe dei treni sono cresciute del 5,9% su base annua, mentre l’acquisto di un biglietto aereo costa in media il 13,1% in più se si parte per una città italiana, il 5,7% se si viaggia verso una città europea, e l’8,7% in più se si sceglie un pacchetto vacanza all inclusive. Confrontando i prezzi di quest’anno con quelli dell’anno passato, si stima una spesa di 700 milioni in più solo per spostarsi durante le feste. Rincari previsti anche per alloggiare fuori casa: alberghi e motel hanno prezzi più alti del 6,9%. Case vacanze e appartamenti raggiungono il 9%.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da