PA Magazine

/

Assegno unico, 120 euro in più al mese per i figli disabili

4 minuti di lettura
15
iStock

Più soldi per i figli disabili. Ma dal prossimo anno bonus più leggeri per gli over 21. Via libera del governo al Dl semplificazioni con  importanti sul fronte dell’Assegno unico universale. Lo strumento, che da marzo ha assorbito quasi tutte le forme di sostegno in favore delle famiglie (con l’eccezione del bonus asili nido), si arricchisce di una dotazione di 122 milioni utile, appunto, ad aumentare il sussidio per ciascun figlio disabile fino a un incremento massimo di120 euro. Intanto è corsa contro il tempo per ottenere gli arretrati: c’è tempo fino al 30 giugno per inoltrare la richiesta.

L’aumento

La maggiorazione sarà valida solo per il 2022 e solo per i nuclei con Isee uguale o inferiore ai 15 mila euro. Tuttavia l’assegno unico aumenterà anche per le famiglie in cui sono presenti figli disabili maggiorenni e l’importo varierà a seconda dell’Isee. Secondo le stime, la misura voluta da Palazzo Chigi interessa una platea di circa 90 mila figli e le maggiorazioni fino a 120 euro interesseranno 37 mila nuclei che hanno almeno un figlio con disabilità. Nel provvedimento, come detto, l’esecutivo Draghi ha però deciso che, dal prossimo anno, i figli con più di 21 anni subiranno un taglio dell’assegno, la cui entità sarà comunque parametrata dalla consistenza dell’Isee.

Gli arretrati

Occorre ricordare che è scattata la corsa finale per fare domanda diassegno unico con tanto di arretrati. Sono 9 mil­ioni i figli per i quali è stato richies­to all’Inps l’assegno unico e universale, corrispondenti 5 milioni didomande. Tuttavia fra poche settimane è prevista una scadenza molto importante. Facendo domanda entro fine giugno, infat­ti, si riceverà l’as­segno dal mese succe­ssivo e, appunto, con gli arretrati dei mesi precedenti rela­tivi al 2022. Per le ri­chieste che arri­vera­nno da luglio, invece, si avrà l’as­segno dal mese succe­ssivo ma senza arretrati. L’import­­o dip­ende­rà dall’Isee e dal numero di figli ma chi non presenterà l’I­see avrà comun­que di­ritto all’imp­orto mi­nimo di 50 euro al mese per ogni figlio. Se l’Isee è inferio­re a 15mila euro, i figli minori sono tre e i genit­ori lavor­ano l’impo­rto può ar­rivare a 700 euro al mese per­ché si ha diritto a 175 euro a figlio più una maggi­orazione di 85 euro dal terzo figlio e 30 euro perché i geni­tori la­vorano.

Le risorse

Per il 2022 è prevista una spesa complessiva di 15,12 miliardi (3 miliar­di sono già stati im­piegati) me­ntre per gli anni su­ccessivi si superera­nno i 18 miliardi. Possono presentare la domanda tutte le famiglie con figli a carico a partire dal settimo mese di gr­avidanza fino al com­pimento dei 21 anni di età: in questo ul­timo caso se ricorro­no però determinate condizioni, cioè se il ragazzo o la raga­zza frequenta un cor­so di formazione, pr­ofessionale o univer­sitario, svolge un tirocinio o un’attivi­tà lavorativa con un reddito inferiore agli 8mila euro l’ann­o, oppure se è disoc­cupato o impegnato nel servizio civile. Non ci sono invece limiti di età per i figli disabili.

15 Comments

  1. È uno schifo io sono stata lasciata dal padre delle mie figlie che non mi da nulla prendo il reddito ho fatto domanda Au per gli assegni e ad oggi non ne ho ricevuto uno e preciso ho una bimba di sei anni invalidità al 100 %non cammina non parla non mangia da sola e cosa cavolo devo aspettare ancora a noi questo aiuto serve perché purtroppo l Asl passa le cazzate e io ho bisogno di una mano Azzurra diventa grande ed è difficile da gestire da sola 😥

    • Ciao Cristina hai fatto ISEE devi rivolgerti ad un CAF. Devi presentare domanda. Porta con te i documenti tuoi e di tua figlia e documenti della sua invalidità più ISEE. e Numero di conto corrente. Prima che scade. Stai attenta che sulla domanda inseriscono i dati giusti del grado di invalidità. Perché a me il tipo del CAF aveva fatto domanda senza la gravità di mio figlio. Ho dovuto fare di nuovo richiesta facendo inserire la gravità. Se fai tutto in regola e
      Entro la fine di giugno. A luglio ti arrivano i soldi arretrati da marzo a giugno. In bocca al lupo

      • Fanno un casino anche al caf,io ho presentato domanda il 3 febbraio e fino ad oggi non ho ancora preso una mensilità, perché avevano sbagliato ad inserire i dati ( praticamente mi hanno presentata come madre affidataria e non genitore naturale di mia figlia) nonostante mi sia rivolta già altre tre volte al caf rischio di perdere tutti gli arretrati perché bisogna far richiesta fino alla fine di giugno.

      • Io con figlia disabile di32anni sul cedolino pensione percepivo 170 € al mese adesso dal 4aprile fatta domanda di assegno unico,nn supero i 25mila€ di idee ,stamattina mi è arrivato un bonifico di 88€ quindi la metà di quello che percepivo,e poi solo x il mese di marzo,e nn mi hanno pagato aprile maggio e giugno c’è qualcuno che si trova nella mia stessa situazione?

        • Anche a me stessa cosa con figlia disabile 38 anni da 165 euro con anf.sulla.pensione.ora mi danno solo 85 euro una vergogna e questo secondo loro sarebbe un sostegno

  2. Finalmente una corretta operazione per provare a riparametrare gli importi dello Anf al nuovo Auu. Le famiglie conI figli con disabilità fino ad ora avevano mediamente perso 500/600 euro anno, a parità di parametri economici anno su anno. Tuttavia non si comprende perché dal 2023, per i figli maggiorenni disabili, debbano essere apportati correttivi economici in decurtazione. A meno che questa manovra non venga accompagnata da altro fattore economico a favore di tali soggetti, mi sembra una ulteriore penalizzazione per migliaia di famiglie.

  3. Come al solito ci sono disabili di serie A e di serie B. Deve intervenire la corte costituzionale per mettere a posto tutto come per le pensioni di invalidità. Una riforma dell’assegno unico fatto con i piedi ed il PD e Italia Viva consolano per averla fatta. Che faccia tosta.

  4. È poco da commentare, è uno schifo sotto tutti i punti di vista,cambiano in continuazione si rendono loro conto come vivono le fam che hanno figli disabili a vita dove vengono tolti gli assegni fam con detrazione figli a carico che con le due voci io prendevo 225 euro mensili mentre ora 85 assegno unico in che scuole hanno studiato sta massa di persone che penalizzano chi non devono toccare,è uno schifo

  5. Buonasera Sig. Antonio. E che c….se ne fregano loro dei nostri figli disabili. Ti chiudono la bocca con 80€ in più rispetto ai ragazzi normotipici. Mica sono i loro figli? Come se 80€ in più bastano per tutte le spese che si affrontano giornalmente. I problemi purtroppo sono di cui li ha. Poi li vedi impettiti sorto le elezioni a promettere inclusione, aiuti alle famiglie e tutti i mortacci l….

  6. Con la vecchia riforma and per figlio maggiorenne disabile euro 144 ora con la nuova legge max ottenibile euro 85 complimenti al legislatore sei un grande

  7. Una domanda. Hanno diritto all’assegno unico anche le persone con disabilità 100% maggiorenni i cui genitori sono deceduti? L ‘ amministratore di sostegno può fare richiesta?
    Grazie a chi mi risponderà

  8. Diciamo che questi che sono al Governo… e che decidono le leggi e i relativi importi da applicare a questi finti aiuti ragionino molto bene a tavolino nel cercare di fare quadrare il bilancio a favore sempre del risparmio con l’ottica di stare a favore delle famiglie più povere e bisognose…. poi qualcuno degli stessi politici che sta al Governo magari pure loro con qualche grado di disabilità si accorgono che qualcuno ha approvato delle discriminazioni e schifezze e allora si corre ai ripari come per esempio la differenza dell’importo dell’assegno unico tra minorenni quota minima 50 euro e maggiorenni sotto o sopra 21 anni l’importo non cambia quota minima 25 euro, allora adesso qualcuno ha fatto capire a Draghi che le necessità di sostegno sono le stesse per le famiglie che li devono accudire da tutti i punti di vista e allora decidono di equiparare l’importo (minimo portato a 50 euro) trovando la copertura economica chissà da quale parte e a scapito di chi … però senza specificare se saranno dati anche gli arretrati dei mesi di marzo / giugno e comunque nel decreto semplificazioni scrivendo a chiare lettere che tale equiparazione sarà valida per il solo anno 2022, come se nel 2023 un figlio disabile invalido al 100% con accompagnamento come il mio di 28 anni guarisce e quindi potrà andare a lavorare e non avrà più bisogno di nessun aiuto da questo nuovo sostegno inventato da chi ci Governa (per risparmiare e non per distibuire veramente a chi è più povero) che si chiama Assegno Unico Universale.
    Mi auguro come ho letto in qualche altro commento allegato a questo sito che qualche politico parlamentare porti tale problematica e faccia ricorso come è stato per l’equiparazione dell’importo della pensione d’invalidità dei soggetti tra 18 e 59 anni di età con gli over 60 che invece percepivano il doppio e in questo caso il ricorso è stato recepito in via continuativa e non per un solo anno come invece stanno facendo per l’assegno unico universale per figli disabili sopra i 21 anni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da