PA Magazine

Cercasi 400 esperti digitali. Per loro fino a 110mila euro lordi l’anno

6 minuti di lettura
1
iStock

Aaa cercasi circa 400 esperti in digitalizzazione per entrare a far parte della task force del ministero della Transizione digitale (Mitd) per aiutare la Pubblica amministrazione a rinnovarsi nell’attuazione del Piano di ripresa e resilienza (Pnrr) da qui al 2026. La campagna di recruiting è già iniziata, come ha annunciato in questi giorni lo stesso ministro Vittorio Colao, che ha twittato: «Chi vuole essere tra le prime e i primi? Assumiamo esperti per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Una grande sfida e una grande opportunità per il Paese». Dal 30 agosto a oggi il Mitd ha pubblicato sul suo sito istituzionale 14 annunci per reclutare, senza concorso e a tempo determinato, diversi profili di esperti, anche senza laurea: dal data scientist, a esperti di innovazione per le imprese ad alto contenuto tecnologico, content designer, esperti di smart mobility. Lo stipendio medio offerto è di circa 80 mila euro: si va, a seconda dei ruoli, dai 110mila euro per un consigliere giuridico ai 48mila dell’assistente di team.

Laurea non dirimente

Candidarsi è semplice: per visionare le offerte basta aprire la pagina “posizioni lavorative” sul sito del ministero (https://innovazione.gov.it/dipartimento/posizioni-lavorative/) e cliccare su “apply now” per inserire il proprio curriculum. La maggior parte delle posizioni bandite sono aperte anche ai diplomati: per tutte viene infatti richiesta in prima battuta la laurea (e in alcuni casi un master) o, in alternativa, una lunga esperienza nell’ambito lavorativo ricercato.

Offerte più alte

Per quanto riguarda le posizioni per cui viene offerto un compenso più alto, il Mitd cerca una/un Consigliere giuridico e affari legali che dovrà supportare il ministro Colao nell’analisi del quadro normativo e legislativo nazionale ed europeo per la realizzazione dell’Agenda Digitale. Per questa posizione viene offerto un compenso fino a 110mila euro. Si cerca poi un’esperta/o coordinatore di policy e progetti in ambito internazionale a cui viene offerto un compenso fino a 105mila euro. «Questa figura – si legge nell’offerta di lavoro – ove il ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale non possa presenziare, avrà il compito di rappresentare il Governo italiano, in raccordo con le amministrazioni competenti, in tutti gli organismi e istituzioni nazionali, europee e internazionali, come commissioni, comitati, gruppi di lavoro e altri organismi di studio tecnico-amministrativi e consultivi dedicati alla definizione degli indirizzi strategici sulle tecnologie digitali». Con un compenso offerto fino a 90mila euro viene poi ricercata una/un Product Owner per i servizi digitali nella Pubblica Amministrazione. La figura avrà il compito di raccogliere tutti i requisiti funzionali necessari alla realizzazione di servizi per i cittadini e le imprese.

80mila euro per smart mobility e designer

La maggior parte delle offerte lavorative pubblicate dal Mitd propone una retribuzione “fino a 80 mila euro”. Con questo stipendio vengono cercati diversi “esperti in smart mobility”, una/un UI/UX Designer, alcuni service designer, content designer, esperti Data Scientist con competenze di sviluppo software e con conoscenze specifiche nella gestione, nell’analisi, nella manipolazione e nella rappresentazione dei dati. Il ministero è alla ricerca anche di un’esperta/o di competenze digitali, che opererà nello svolgimento delle attività connesse allo sviluppo delle competenze digitali nell’ambito del progetto “Repubblica digitale”. Per la stessa offerta economica viene cercato anche un’esperta/o di innovazione per le imprese ad alto contenuto tecnologico che supporterà l’ideazione, la gestione e il coordinamento dei progetti innovativi di responsabilità del Dipartimento. Un’altra offerta di lavoro pubblicata dal Mitd riguarda poi Technical Project Manager per la Banda ultralarga a cui viene offerto un compenso fino a 85mila euro. La figura, come si legge, potrà essere allocata sui progetti Piano “Italia a 1 Giga”, Piano “Italia 5G”, Piano “Scuole connesse”, Piano “Sanità connessa”, Piano “Isole Minori”.

Legali e risorse umane

Il Mitd cerca poi una/un professionista con una comprovata esperienza in affari legali, giuridici e regolamentari nazionali ed europei e altresì in relazioni istituzionali, insegnamento di materie connesse al diritto e alla politica dell’innovazione e nella progettazione e gestione di iniziative di inclusione digitale. Il compenso previsto è fino a 75mila euro. Viene ricercata anche una/un HR Subject Matter Expert con un particolare focus sul talent acquisition, a cui offrire uno stipendio fino a 60mila euro, e degli assistenti del team, da retribuire con un compenso fino a 48mila euro, che dovranno “facilitare le attività quotidiane del Dipartimento per la trasformazione digitale e a rendere fluidi i processi del team così da permetterne maggiore efficacia”.

1 Comment

  1. Tanto esperti che non sono riusciti neppure a portare a termine il percorso universitario, che forse potrebbe attestare una qualche competenza nella materia.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultimi articoli da